sei in: Bessarabia > Homepage

Benvenuto nella mia Homepage

 

La Bessarabia in Europa
La Bessarabia in Europa

questo sito nasce dal desiderio di una discendente dei coloni tedeschi della Bessarabia di far conoscere, in particolar modo ai suoi figli, oltre che agli altri lettori, un frammento di storia poco conosciuta.

Molto di quanto è scritto è documentabile e molto altro ancora e frutto della testimonianza diretta di chi le ha vissute in prima persona: certo è che, se si uniscono entrambe le cose, ne risulta un lavoro veramente considerevole.

 

Haus meines Ur-Ur-Ur-Großvaters Christoph Leonhard Bechtle in Höpfigheim
la casa del mio quadrisavolo
Christoph Leonhard Bechtle a Höpfigheim in Württemberg
dove viveva prima dell'emigrazione in Bessarabia
con la moglie e 11 figli
(foto degli anni '60)

Viene quindi raccontata la storia di un gruppo di coloni tedeschi che, tra la fine del 1700 e l'inizio del 1800, lasciò la patria, il Regno di Württemberg (regione storica della Germania sud-occidentale), il Granducato di Baden e il Regno di Baviera.

Una parte di questo gruppo di coloni si trasferì, intorno all'anno 1800, dall'allora Ducato di Wirtemberg, per alcuni anni nella Prussia Reale per poi, dopo la sconfitta di Napoleone nel 1812, spostarsi in un paese ancora più lontano: la Bessarabia meridionale, cioè il Budjak. L'altra parte dei coloni, dal 1817/1818 migrò direttamente dai Regni di Württemberg e di Baviera nella Bessarabia meridionale. Dall'allora Granducato di Baden, nel 1830, si trasferì un altro gruppo, prima in Polonia per poi insediarsi a Plotzk in Bessarabia nel 1836.

 

La Bessarabia si affaccia sul mar Nero e venne conquistata dalla Russia dopo la disfatta dell’Impero Ottomano. Lo zar Alessandro I, a partire dal 1814, insediò questo territorio anche con coloni tedeschi.

Budjak
Budjak

Questi coloni, abili contadini, trasformarono la steppa bessarabica del Budjak in un terreno arabile molto fertile. In 125 anni di insediamento, dal 1814 al 1940, i coloni fondarono 25 colonie principali e più di 100 colonie secondarie, oltre a 26 tenute e casali.

 

Ma quali erano i motivi per la loro emigrazione? Per scoprirlo approfondisci le tue conoscenze leggendo le pagine di questo sito.

 

la rotta d'emigrazione dei miei antenati
la rotta d'emigrazione dei miei antenati

 

L’autrice, discendente di quei coloni rientrati in Germania a causa della seconda guerra mondiale e che, sempre a causa di quella guerra, vede divisa la sua famiglia tra l'est e l'ovest della Germania, ci racconta anche di un viaggio a Berlino est e ci illustra la sua esperienza vissuta a causa della divisione del "muro".

Auguro a tutti quelli che in qualche modo sono finiti su questo sito una buona lettura.

Emanuele

 

P.S.: all'autrice di questo sito farebbe molto piacere ricevere commenti ed impressioni. Usufruite pertanto del suo libro degli ospiti.

 

L'inno dei tedeschi di Bessarabia

di Albert Mauch (1922)

 

 

per approfondire, visita anche i seguenti siti:

i germanici

l'ordine dei cavalieri teutonici

i tedeschi di russia

 

 

barra

indietro 1 avanti

 

Ultimo Aggiornamento:
Creative Commons Appropriate credit-NonCommercial 3.0
2007 - 2014
CSS validoHTML valido