sei in: Württemberg >

LA STORIA DEL WÜRTTEMBERG

(parte 3 di 3)

 

Il ducato di Wirtemberg nel 15° secolo1495: Ducato di Wirtemberg

Albrecht Dürer: Massimiliano Iil 21 luglio 1495 il Wirtemberg fu elevato a ducato dal imperatore Massimiliano I durante la dieta imperiale .

Ancora lo stesso anno Eberardo I diede al ducato il suo primo ordinamento.

 

Il Wirtemberg sotto il Duca Eberardo II

Dopo la sua morte nel 1496 governò per un breve tempo suo cugino quindicenne il duca Eberardo II che nel 1498 venne interdetto dal parlamento del Wirtemberg, per malattia mentale a causa della sua mania sperperare ed incapacità a governare.

È subentrato, ancora minorenne, il duca Ulrico che il Papa nel 1498 lo dichiarò comunque maggiorenne ed adatto alle attitudini di governo.

 

Il ducato di Wirtemberg nel 16° secolo

Il Wirtemberg sotto il Duca Ulrico

Duca UlricoCome il suo predecessore, anche il duca Ulrico ebbe la mania a sperperare e l’incapacità a governare, inoltre si comportava violentemente, tanto che nel 1514 si ribellò ilrivolta contadina: "Povero Corrado" ceto contadino giungendo alla rivolta, chiamata il “Povero Corrado”.

Quando il duca Ulrico, desiderando la moglie del suo maestro di stalla Hans von Hutten, lo ammazzò, dimostrando così la sua iracondia, e dopo aver attaccato in tempo di pace la libera città imperiale di Reutlingen, le truppe della "Lega Sveva"1 nel 1519 lo scacciò dal Wirtemberg.

Nel 1524/25, sopraggiunse la guerra contadina a causa delle circostanze insoddisfacenti (servitù della gleba, lavoro gratuito, tasse feudali) che venne fermata dalla “Lega Sveva”. All'incirca 100.000 contadini persero la vita.

Filippo I d´AssiaDopo la fuga di Ulrico, il ducato di Württemberg andò agli Asburgo. Con l’aiuto di suo cugino protestante, il Landgraf Filippo I d’Assia, Ulrico riuscì nel 1534 a riprendere nuovamente il governo. Il Wirtemberg restò comunque un feudo austriaco secondario; solo nel 1599 tornò ad essere un feudo imperiale.

Durante il suo soggiorno nella Svizzera, Ulrico si avvicinò al protestantesimo. Questo ebbe come conseguenza che, pochi giorni dopo il suo ritorno, fu tenuta a Stoccarda la prima messa protestante e la Riforma ebbe inizio nella chiesa del Wirtemberg.

 

Il Wirtemberg sotto il Duca Cristoforo

Duca Cristoforo (1550-1568)Il primo sovrano del Wirtemberg riformato fu il 35enne duca Cristoforo, figlio di Ulrico, che regnò dal 1550 al 1568.

Con l’aiuto di alcuni riformatori consolidò dal 1555 la chiesa protestante, introdusse il “Grande Regolamento della chiesa” e fondò le scuole elementari. Il Wirtemburg divenne il centro della riformazione luterana.

Dopo la sua morte il 28 dicembre 1568 lo stato era nuovamente organizzato e unito.

A lui seguì l’unico figlio sopravvissuto: Ludovico che morì nel 1593 senza lasciare eredi.

Il ducato andò al casato Wirtemberg-Montbeliard. Il Duca Federico regnò dal 1593 al 1608. Riuscì a liberare, con una somma di 400.000 fiorini, il Wirtemberg la condizione di feudo secondario degli Asburgo per farlo ritornare a feudo imperiale.

 

Il Wirtemberg nel 17° secolo

30-jähriger KriegIL 17° secolo fu una catastrofe. A causa della guerra dei 30 anni (1618 -1648) la Germania perse due terzi della sua popolazione2.

La parte sud occidentale della Germania fu colpita con particolare durezza: vasti terreni furono distrutti e spopolati; omicidi, fame ed epidemie (la peste infuriava 1626, 1634-39) colpirono il paese. Solo dopo quasi un secolo il Sudovest riuscì a riprendersi da questo colpo.

Dopo la guerra dei 30 anni (1618-1648), la guerra tra protetanti e cattolici, il sudovest della Germania era diventato una meta di immigrazione, perché molte parti del paese furono devastate dalle truppe francesi e intere regioni si erano spopolate. Per il recupero delle terre furono ridotte le tasse; i debiti e gli interessi vennero ridotti di un terzo. Le attività locali furono incoraggiate e pilotate dal governo.

Furono chiamati lavoratori stranieri ai quali veniva garantita la consegna gratuita di terreni non più coltivati e una pluriennale libertà fiscale. Gli emigranti venivano dallaLa croce ugonotta imita la croce dell'Ordine dello Spirito Santo Svizzera sovrappopolata (in particolare dai Cantoni Ticino, Zurigo e San Gallo) e dal Vorarlberg. Dal 1650 si rifugiavano anche profughi religiosi provenienti dalle Alpi:erano i protestanti provenienti dall’Austria, che si insediarono per esempio a Freudenstadt; i valdesi (chiesa protestante riformata3) dall’Italia, gli ugonotti francesi, gli ebrei ed altri. Erano artigiani, imprenditori e commercianti, accettati ben volentieri perché aiutavano a risollevare il paese devastato.

Per approfondimenti clicca qui clicca qui

 

barra

indietro 1 2 3 avanti

1 Lega Sveva = alleanza fondata nel 1488 da ventidue città libere, l'ordine cavalleresco della Lega di San Giorgio, i possedimenti locali dell'arciduca d'Austria Sigismondo e quelli di Eberardo V, conte del Württemberg. Quest'ultimo fu nominato capitano (capo ufficiale effettivo) della Lega, che disponeva di una forza militare di 12.000 fanti e 1200 cavalieri. Fino allo scioglimento, avvenuto nel 1534 a causa delle divisioni alimentate dalla Riforma protestante, la Lega sveva riuscì nel peculiare intento di preservare l'ordine interno e la sicurezza dei suoi membri.
Attraverso la Lega gli Asburgo si assicurarono la supremazia nella Germania meridionale, questo soprattutto dopo la morte di Eberhard I. La Lega Sveva guidò la campagna militare contro il duca Urico di Wirtemberg nel 1519; durante la guerra contadina (1525) il condottiero della campagna della Lega Sveva vinse i contadini.

2 Nel 1618 si contavano 450.000 abitanti, nel 1639 erano scesi a 100.000 e nel 1648 erano aumentati a 166.000.

3 Chiesa riformata (anche: Chiesa evangelica-riformata): comunità ecclesiastica che risale alla Riforma di Ulrico Zwingli e Giovanni Calvino (calvinismo) e che è diffusa soprattutto in Svizzera, in Scozia, in alcune parti della Germania, in Francia, in Ungheria e negli Stati Uniti (presbiteriani).

Ultimo Aggiornamento:
Creative Commons Appropriate credit-NonCommercial 3.0
2007 - 2016
CSS validoHTML valido