sei in: Bessarabia > la Bessarabia multietnica > gli ebrei della Bessarabia > Le leggi ebree discriminanti

Le leggi ebree discriminanti

se gli ebrei nell'11° secolo erano rispettati e protetti da parte delle case reali, nel 12° secolo erano considerati una classe demografica di basso rango.

vicolo ebraico
vicolo ebraico

Il 3° Concilio Lateranense (1179), in termini generali, stabilì che: "gli ebrei sono sottomessi ai cristiani e sono protetti da quest'ultimi solo per umanità." La Chiesa, per motivi religiosi, proibiva la coabitazione tra cristiani ed ebrei, così che gli ebrei da quel momento in poi vivevano in quartieri a loro assegnati, che in Germania vennero chiamati “vicolo ebraico” o “città ebraica”. Questi quartieri erano delimitati da mura e cancelli, venivano chiusi al tramonto e custoditi affinché nessuno potesse entrare o uscire.

 

MMatthäus Paris: 
      Concilio
Matthäus Paris: Concilio

Durante il 4° Concilio Lateranense (1215) Innocenzo III emanò una serie di norme anti-ebraiche che avrebbero condizionata il corso del futuro e avevano come conseguenza la crescente stigmatizzazione e persecuzione della popolazione ebraica.

Alcune delle 70 disposizioni riguardavano l'intollerabilità delle influenze ebraiche sui cristiani. Ad esempio: " Poiché è abbastanza assurdo che chi bestemmia contro Cristo eserciti il potere sui cristiani, vietiamo di dare agli ebrei la priorità negli uffici pubblici, in quanto gli fornisce il pretesto per sfogare la loro rabbia contro i cristiani " (Canone 55).

 

Lo stesso canone vietava agli ebrei di comparire in pubblico durante la Settimana Santa (da giovedì santo a Pasquetta) e di bestemmiare Cristo. Un'altra legge vietava ai finanzieri ebrei di opprimere i cristiani con "l'usura pesante e smisurata ". Anche al clero venne dato l'ordine di evitare operazioni economiche con gli ebrei.

In caso di violazione di qualsiasi normativa, doveva essere pagata una multa. L'importo in questione era da stabilire da caso a caso.

 

il prestito del denaro
Il prestito del denaro era una delle poche attività
che era permessa alla popolazione ebraica in Europa

Inoltre il Consiglio della Chiesa escluse gli ebrei dal commercio e dall'industria, così che vennero spinti nel ruolo di prestatori su pegno, cambiavalute e usurai.

Ora il prestito di denaro guadagnò sempre di più d'importanza. Con i tassi d'interesse che chiedevano ai propri concittadini cristiani fecero irritare sempre di più la popolazione impoverita e indebitata. Agli occhi del popolo erano fuorilegge, e come usurai erano diventati rapinatori e ladri, agli occhi della Chiesa erano eretici perché non si facevano battezzare. Attraverso l'influenza della Chiesa, il Giuda biblico divenne “l'ebreo usuraio” avido e affamato di potere. Questo odio si intensificò quando gli ebrei, dovendo pagare alcuni privilegi per loro di vitale importanza e dal costo elevato, aumentarono gli interessi sul denaro che prestavano.

 

Anton Burger: 
      il vicolo ebreo a Francoforte sul Meno
Anton Burger: il vicolo ebreo a Francoforte sul Meno

Il Canone 68 del Concilio annunciava: "Siccome il rapporto con gli ebrei può danneggiare i credenti che sono deboli nella fede, dovrebbe essere loro vietato del tutto il rapporto con gli ebrei, perché possono essere introdotti facilmente alle bestemmie e ai peccati".

Per questo motivo gli ebrei dovevano vivere separati dai cristiani e lontano dalle chiese nei tipici quartieri ebraici che erano chiusi da muri e cancelli. Il più antico quartiere ebraico chiuso (ghetto1) venne allestito in Germania a Francoforte sul Meno nel 1462.

Per questo motivo era importante che gli ebrei potessero essere distinti dagli altri esternamente:

"... .. In alcune province, attraverso diversi vestiti, gli ebrei e i saraceni (musulmani) si differenziano dai cristiani, ma in alcune province la mescolanza si è naturalizzata in modo che non possono essere più distinti 'uno dall'altro. Pertanto, accade talvolta che i cristiani per sbaglio hanno rapporti con le donne ebree o saracene, e gli ebrei o saraceni lo hanno con le donne cristiane. Poiché gli eccessi di questa mescolanza, che può essere solo condannata, ... ..., non può trovare più scappatoie, ordiniamo: Gli ebrei e i saraceni di entrambi i sessi, in ogni provincia cristiana ed in ogni momento, si devono distinguere in pubblico dagli altri popoli attraverso l'abbigliamento; perché gi à Mosè, come si può leggere, glielo impose2."

aus: Josef Wohlmut: Dekrete der ökumenischen Konzilien - Konzilien des Mittelalters, Band 2, Paderborn, 2000, S. 265-266;

barra

indietro 1 avanti

1Il termine ghetto per la prima volta venne utilizzato nel 16° secolo e probabilmente deriva dal veneziano gettore, il nome colloquiale per il quartiere di Cannaregio; nelle immediate vicinanze di questo quartiere si trovava una fonderia (termine dialettale ghèto che deriva dalla parola getto). Altre derivazioni sono basate sulla parola ebraica get = "separare".
Al tramonto il ghetto veniva chiuso, in modo che i residenti ebraici solo durante il giorno avevano l'accesso agli altri distretti della città. I cristiani non avevano il permesso di abitare nel ghetto e nessun ebreo al di fuori del ghetto. Nella parte cristiana gli ebrei non potevano avere i propri negozi. Per evitare il sovraffollamento del ghetto si poteva sposare solo il figlio maggiore di ogni famiglia ebrea.
Il primo ghetto in Germania fu creato a Francoforte nel 1462.

2 Il Libro dei Numeri 15, 37-41: 37 Il Signore aggiunse a Mosè: 38 "Parla agli Israeliti e ordina loro che si facciano, di generazione in generazione, fiocchi agli angoli delle loro vesti e che mettano al fiocco di ogni angolo un cordone di porpora viola. 39 Avrete tali fiocchi e, quando li guarderete, vi ricorderete di tutti i comandi del Signore per metterli in pratica; non andrete vagando dietro il vostro cuore e i vostri occhi, seguendo i quali vi prostituite. 40 Così vi ricorderete di tutti i miei comandi, li metterete in pratica e sarete santi per il vostro Dio. 41 Io sono il Signore vostro Dio, che vi ho fatti uscire dal paese di Egitto per essere il vostro Dio. Io sono il Signore vostro Dio".

Ultimo Aggiornamento:
Creative Commons Appropriate credit-NonCommercial 3.0
2007 - 2016
CSS validoHTML valido