sei in: Bessarabia >

La Bessarabia multietnica

(parte 4 di 5)

I coloni di Varsavia

Budjak
Budjak

q

uesti "coloni di Varsavia” provenienti dal Ducato di Varsavia1, nel 1813, vennero invitati dallo zar Alessandro I a stabilirsi nella Bessarabia meridionale e più precisamente nel Budjak. Tra questi coloni si trovavano sia tedeschi della Germania settentrionale (ironicamente chiamati Casciubi, anche se non avevano niente a che fare con la popolazione slava diffusa in Pomerelia, una antica regione della Polonia) con un dialetto basso-tedesco, sia Svevi del Württemberg e del Baden, ma anche alcuni cattolici con un dialetto palatino, che erano emigrati lì già verso la fine del secolo precedente.

Il Ducato di Varsavia in giallo
Il Ducato di Varsavia in giallo

 

Insieme ai coloni di Varsavia emigrarono in Bessarabia anche persone provenienti dalle zone limitrofe, ad esempio dalla Prussia occidentale, che avevano sofferto molto per le guerre francesi e per l'odio religioso dei polacchi cattolici. In tutto erano 1.743 famiglie e, con poche eccezioni, erano tutti luterani.

Ma l'emigrazione ebbe luogo

.... in circostanze molto povere; molti con carette trainate da uno o massimo due cavalli, in alcune famiglie con la carriola o con solo il bastone in mano. .....

Wilhelm Kludt: Die deutschen Kolonisten in Bessarabien in ihrem sittlichen und religiösen
Zustande bis zum Jahre 1861, L. Nitzsche in Odessa, 1900, pg. 4

 

Tra i “coloni di Varsavia” c'erano anche i miei antenati, che di seguito elenco:

carro

Trisavoli paterni:

  • Christian Gottlieb Hiller2, nato a Ohmden in Württemberg intorno al 1775, emigrò dapprima a Zargórze nella Galizia occidentale, allora appartenente alla Prussia dove, nel 1802 nacque suo figlio Daniel, per poi andare ad Alt-Elft in Bessarabia nel 1814;
  • la famiglia Daub o Taube emigrò ad Alt-Elft nel 1814;
  • Reinhard Gottlieb Leitz (nato a Hölzern, Eberstadt il 9/2/1770) emigrò dapprima a Neu Sulzfeld (odierna Nowosolna) nella allora Prussia meridionale e poi nel 1814 ad Alt-Elft in Bessarabia;
    Auszug aus dem Familienregister der Familie Leitz
    Reinhard Gottlieb Leitz, “posthum g” (nato dopo la morte del padre), nato il 9/2/1770, si è recato in Polonia, è sposato con una donna di Hochdorf
  • Hans Michael König3 (nato a Bodelshausen, Württemberg il 29/11/1785; morto a Tarutino il 11/4/1840) emigrò con la seconda moglie Maria Flaig ( nata a Mönchweiler, Württemberg il 17/10/1796), la figlia di primo letto Ursula (nata a Neusulzfeld (odierna Nowosolna, una parte del quartiere Widzew di Łódź; morta a in Neu-Elft in Bessarabia) nel Ducato di Varsavia intorno al 1808) e suo Hans Michael (nato a Bodelshausen il 11/10/1754; morto a in Tarutino il 24/9/1826) a Tarutino in Bessarabia nel 1814;
  • Johann Höhn, nato a Luisenhuld il 11/8/1809 nei pressi di Plonsk in Polonia, nel 1833 emigrò con sua moglie Christine Schwandt a Plotzk in Bessarabia.
carro a cavalli

Trisavoli materni:

  • Andreas Joos (*a Loßburg/ Freudenstadt (Wirtemberg) emigrò con i suoi genitori dapprima nella Polonia prussiana e poi in Bessarabia
  • la famiglia Bietz, proveniente da Grabów (nel corso della seconda spartizione della Polonia Grabów divenne dal 1793 al 1807 prussiana, dal 1807 al 1815 di nuovo polacca e dal 1815 di nuovo prussiana) a sud-ovest di Łódź nella Polonia Prussiana, emigrò ad Alt-Posttal nel 1814;
  • Matthäus Stumm, nato in Auingen (Württemberg) il 7 novembre 1785, emigrò a Wittenberg in Bessarabia con la terza moglie Agathe Maier, nata intorno al 1780, e sei figli;
  • il vedovo Johannes Frey4, zatteriere, nel 1814 emigrò con i suoi figli a Wittenberg;
  • Matthias Scheits: una famiglia contadina con il carro a cavallo
    Matthias Scheits: una famiglia contadina con il carro
    Johann Michael Calmbach5 nel 1814 emigrò a Wittenberg in Bessarabia con sua moglie Anna Frey e sua figlia Karoline (*26/11/1811 a Grömbach, l’odierna Łaznowska Wola in Polonia)
  • Gottlieb Siewert (nato il 1770; morto a Neu Elft in Bessarabia il 12/8/1820) emigrò con i suoi 5 figli (Wilhelmina, nata in Prussia nel 1/1/1794; Friedrich, nato in Prussia nel 16/8/1795; Johann, nato in Prussia nel 21/3/1798; August, nato in Boginia/Prussia nel 16/8/1799; Ludwig, nato in Polonia il 31/10/1811; Gottfried) ad Alt-Elft in Bessarabia nel 1814;
  • la famiglia Spielhaag emigrò probabilmente dapprima a Boginia nella allora Prussia meridionale e poi nel 1814 ad Alt-Elft in Bessarabia;
  • la famiglia Jung emigrò a Kulm in Bessarabia nel 1816;
  • Johann Adam Hager (nato a Linkenheim/ Württemberg il 20/11/1769) emigrò con la moglie Christina Salomea Diem e tre figli (Dorothea Magdalena, nata a Oschenburg il 26/9/1797; Margaretha, nata a Erdmannsweiler, l’odierna Kochanów il 17/9/1809; Barbara, nata a Neusulzfeld, l'odierna Nowosolna nel 1812) ad Alt-Elft in Bessarabia nel 1814;
  • la famiglia Klaudt emigrò a Paris in Bessarabien nel 1814;
  • Peter Kühn o Kuhn, nato a Vallerange, Lorena, emigrö con la sua famiglia nel 1814 a Paris in Bessarabia;
  • la famiglia Jassmann emigrò dapprima a Bogonia, poi a Brzeziny nel Voivodato di Łódź e poi a Paris in Bessarabia nel 1814;
  • Michael Jahns, nato nel 1780, emigrò con la sua famiglia a Paris in Bessarabia nel 1814;
  • Friedrich Lang6, nato in Königshuld (Jasienica, Ostroleka - (Prussia Est nella provincia di Tilsit-Ragnit) nella Polonia odierna l'11/11/1812
  • Andreas Christian Grabau7 (nato a Voigtsdorf, Meclemburgo-Pomerania Anteriore nel 1766) emigrò con la moglie Dorothea Simdorn (nata a Brunn, Meclemburgo-Pomerania Anteriore) e i suoi 4 figli (Martin Andrea, nato nel 1792; Friedrich Ludwig, nato il 29/10/1794; Magdalena Sophia, nata nel 1797; Federika, nata a Königshuld, nella odierna Paproć Duża, il 12/10/1810) a Borodino in Bessarabia nel 1814.
Se vuoi vedere il mio albero genealogico clicca qui clicca qui 

 

barra

indietro 1 2 3 4 5 avanti

1 Ducato di Varsavia = Dopo la 2^ spartizione della Polonia (1793), la Grande Polonia, Poznan, Gniezno e Kalisz passarono alla Prussia, mentre una parte della Masovia, Varsavia, Płock e Białystok passarono alla Prussia dopo la 3^ spartizione (1795): nacquero così le nuove province prussiane chiamate "Prussia meridionale” e “Nuova Prussia Orientale".
In queste nuove province Federico Guglielmo III di Prussia, dal 1800, insediò su terreni statali, ma anche su terreni polacchi espropriati, 13.800 persone provenienti soprattutto dal Ducato di Württemberg. Lì i coloni si incontrarono con coloni della Germania settentrionale, che erano immigrati già nell'ultimo trimestre del 18° secolo. Dopo la sconfitta della Prussia contro la Francia nel 1807, queste aree con la Terra di Chełmno e il Distretto del Noteć vennero unite nel "Ducato di Varsavia".
Nel appena fondato stato vassallo francese vivevano circa 2,6 milioni di persone: 79% polacchi, 7% ebrei e 6% tedeschi.
I vecchi Signori tornarono e i coloni tedeschi che vi abitavano persero di nuovo le loro case e le loro fattorie, il raccolto e il bestiame e tutti i privilegi prussiani. Da quel momento dovevano lavorare come braccianti presso i proprietari terrieri polacchi. Con i latifondisti e il clero cattolico della Polonia, i coloni tedeschi si trovarono in uno "Status di persona non grata”.
Il canone degli affitti elevato da pagare ai nobili polacchi e i saccheggi della "Grande Armée" francese che si ritirava, precipitò molti coloni tedeschi in una situazione di grande bisogno. I più colpiti furono gli svevi insediati per ultimi, che non avevano ancora case stabili e non avevano ancora istituito le loro fattorie.
Siccome il governo polacco non aveva alcun interesse nel perdere i suoi cittadini con l'emigrazione, nonostante tutto cercò di tenere questi coloni lontani dall'emigrazione. Poteva emigrare solo chi aveva pagato tutti i suoi debiti e chi rinunciava, senza alcun risarcimento, ad eventuali case o terreni; poteva essere portato con sé solo il possesso di beni mobili.
Quando la Russia, dopo la sconfitta di Napoleone Bonaparte, con il Congresso di Vienna (1815), ricevette la maggior parte del Ducato di Varsavia ("Regno del Congresso"), per queste persone l'invito dello zar Alessandro I nel 1813, sembrava un vero dono di Dio.

2 Il cognome Hiller (Hüller) probabilmente deriva dal tedesco Medio Alto e sta per „hulle“ (involucro) = copricapo, fazzoletto da testa, cappello, cioè cappellaio.

3 Già nel 1801 Hans Michael König era emigrato con i suoi genitori Hans Michael (nato a Bodelshausen, Württemberg il 11/10/1754; morto a Tarutino, Bessarabia il 24/9/1826) e Walburga Schäfer (nata a Bodelshausen, Württemberg nel 1754) e i suoi fratelli (Agnes, *12/8/1784; Elisabetha; *14/10/1787; Anna Maria, * 25/8/1789; Anna Barbara, *13/1/1793; Johann Bernard, * 27.10.1794) nella Polonia meridionale, allora appartenente alla Prussia dove, il 23/5/1801, insieme ad altre famiglie provenienti da Sulzfeld in Baden, fondarono ad est di Łódź la colonia di Neusulzfeld (odierna Nowosolna, una parte del quartiere Widzew di Łódź).

4 Johannes Frey nel 1800 emigrò con la sua famiglia nella Polonia prussiana dove aveva fondato con altre 53 famiglie la colonia di Grömbach (oggi: Łaznowska Wola).

5 Nell'elenco del libro Ortssippenbuch Kirchspiel Grömbach, Johann Michael risulta in due famiglie. Probabilmente, dopo la morte della madre nel 1798, crebbe presso il suo mentore e zio Johann Michael (*7.6.1766). Alla morte dello zio, nel 1815, quindi non ereditò nulla.
Al massimo nel 1809 Johann Michael emigrò a Grömbach (oggi: Łaznowska Wola)) nella Polonia prussiana, dove sposò Anna Frey nel 1810. Il padre di Anna era emigrato già nel 1800 nella Polonia prussiana dove aveva fondato con altre 53 famiglie la colonia di Grömbach.
Nel 1814 la famiglia emigrò in Bessarabia dove erano i cofondatori della colonia principale di Wittenberg (Malojaroslawetz I.), oggi Maloyaroslavets' Pershyi.
C(K)almbach è un cognome che trae origine probabilmente dal nome della località di Calmbach (oggi un quartiere di Bad Wildbad in Baden-Württemberg). Potrebbe essere che alcuni abitanti di Calmbach si fossero stabilititi a Zumweiler (oggi un quartiere di Altensteig in Baden-Württemberg), a Wörnersberg e a Grömbach in Baden-Württemberg. Per distinguerli da quelli che avevano lo stesso nome, probabilmente fu dato loro il soprannome di Calmbacher, cioè proveniente di Calmbach e questo divenne poi il cognome della famiglia.

6 Friedrich Lang arrivò a Borodino in Bessarabia nel 1814. Non è noto quando conobbe la moglie Friederika Grabau, ma si sposarono a Klöstitz (Bessarabia) il 17/10/1833. Hanno avuto 7 figli (Dorothea Maria, nata il 23/12/1834; Friederika, nata il 05/10/1837; Johann Friedrich, nato il 06/11/1840; Christian, nato il 04 /09/1843, Juliana, nata il 11/8/1845; Elisabeth, nata il 01/12/1852; Christine, nata il 03/01/1855) che sono nati tutti a Borodino.

7 Andreas Christian Grabau era emigrato nella allora Nuova Prussia orientale, che dalla 3^ spartizione polacca (1795) apparteneva alla Prussia, con sua moglie Dorothea Simdorn (nata a Brunn, Meclemburgo-Pomerania Anteriore) e i suoi 3 figli (Martin Andrea, nato nel 1792; Friedrich Ludwig, nato il 29/10/1794; Magdalena Sophia, nata nel 1797) già al volgere del secolo.
Per popolare la Nuova Prussia orientale sotto-popolata e per bonificare il terreno paludoso, re Federico Guglielmo III di Prussia promosse, a partire dal 1798, il reclutamento di coloni al di fuori della Prussia.
Tra questi nuovi coloni c'era anche il mio bis-bis-bis-bisnonno, lo zappatore (esperto nella bonifica delle paludi) Andreas Christian Grabau del Meclemburgo-Pomerania, che fu uno dei fondatori dell'isola linguistica tedesca del Meclemburgo. In omaggio al re della Prussia chiamarono la loro colonia Königshuld (in benevolenza del re) l'odierna Paproć Duża. Il 12/10/1810 nacque a Königshuld sua figlia Federika.
I coloni luterani immigrati non erano sempre soddisfatti per la loro situazione. Così anche il mio bis-bis-bis-bisnonno che si trasferì con la famiglia a 240 km più a sudovest, a Neusulzfeld, nell'odierna Nowosolna, nei pressi di Łódź nella allora Prussia meridionale, per poi nel 1814, sotto la guida di Bernhard Bohnet, trasferirsi a Borodino in Bessarabia. Nel 1833 vivevano nella casa N° 100.
Dopo la rivolta polacca del 1830/31 i coloni che originariamente erano emigrati nel Regno di Polonia dalla Prussia, dal Meclemburgo e dal Württemberg, lasciarono questo Regno e andarono in Bessarabia dove fondarono 2 colonie principali: Plotzk nel 1834 e Friedenstal nel 1836.

Ultimo Aggiornamento:
Creative Commons Appropriate credit-NonCommercial 3.0
2007 - 2017
CSS validoHTML valido