sei in: Bessarabia >

La Bessarabia multietnica

(parte 1 di 5)

la Bessarabia in Europa
la Bessarabia in Europa

la Bessarabia, che si trova alla periferia dell'Europa sud-orientale, nel mondo antico era una zona di transito per diverse etnie, razze e tribù, con storie e culture diverse, che per secoli hanno vissuto in un rapporto di vicinato più o meno tranquillo.

La statistica demografica relativa al periodo precedente alla 2^ guerra mondiale ci mostra com'era variopinta la popolazione della Bessarabia. L'ultimo censimento del 1930 lo rende molto chiaro. La Bessarabia aveva un totale di 2.864.402 abitanti. La popolazione era formata da:

  • statistica demografica del 1930
    l.6l0.757 rumeni (moldavi);
  • 35l.9l2 russi;
  • 314.211 ucraini;
  • 204.858 ebrei;
  • l63.726 bulgari1;
  • 98.172 gagauzi2;
  • 8l.089 tedeschi;
  • l3.5l8 zingari (questo termine all'epoca non era percepito come discriminatorio);
  • 26.159 "altri".
lipovani
lipovani

Il gruppo degli "altri" includeva i lipovani3 nel Delta del Danubio, i viticoltori svizzeri a Schabo (Шабо) nei pressi di Akkerman4 (Bilhorod-Dnistrowskyj), i greci, i polacchi, alcune migliaia di armeni e albanesi ed altri gruppi che vivevano prevalentemente nelle città.

Tra le altre nazionalità, quella greca, con circa 5.000 abitanti, era la più importante; quasi tutti erano impegnati negli affari o nel settore bancario delle città.

 

barra

indietro 1 2 3 4 5 avanti

1Bulgari = alcune famiglie bulgare, per trovare protezione dall'Impero Ottomano, immigrarono nella Bessarabia meridionale già nel 1770, 1790 e 1806, dove si stabilirono nel Budjak, nella zona di Izmail. Nel 1812 quando la Bessarabia venne annessa alla Russia, i coloni bulgari vivevano in 60 villaggi della Bessarabia.
Gruppi più numerosi immigrarono durante gli insediamenti programmati dalla Russia dopo la conquista definitiva della Bessarabia del 1812. Si stabilirono ad ovest della città Izmail, nelle vicinanze di Bolgrad e sui terreni abbandonati dai tartari.
Nel 1819 i 24.000 bulgari che vivevano in Bessarabia ricevettero un auto-governo e lo status di coloni, che era associato con privilegi.
Nel 1927 vivevano in Bessarabia circa 150.000 bulgari.

2Gagauzi = gruppo etnico cristiano nel territorio autonomo della Gagauzia in Moldova, nel sudest della Bessarabia, in Russia, nell'Ucraina, in Romania e in Bulgaria; gli antenati dei gagauzi sono i popoli turchi dei Peceneghi e dei Kipčaki.

3Lipovani = ortodossi russi, seguaci del vecchio rito ortodosso che fuggirono dalla Russia a partire dal 1654, per evitare le persecuzioni religiose da parte dello Stato e della Chiesa dopo la riforma del patriarca Nikon. Oggi vivono alla foce del Danubio, nel Budjak (ora Oblast di Odessa, Ucraina) e nella Dobrugia settentrionale (nella Romania odierna). I lipovani parlano una versione molto antica della lingua russa.

4Tyras = una delle più antiche città del mondo, fu fondata nel 600 a.C. dal popolo ellenico degli Ioni; i Fenici la chiamarono Ophiussa, i Greci Makaphon e, dal 400 a.C. prese il mome di Tyras dal fiume omonimo. In epoca romana era conosciuta come città di Alba Julia, le tribù slave la chiamavano Belgorod (città bianca). Dal 10° secolo erano noti i nomi di Maurocastro e Aspocastro, i Kumani chiamavano la città nel 12° secolo con il nome di Barmunia e AK-libo. Alla fine del 1° secolo ha avuto il nome Moncastro o Malvocastro. Sotto i Principi moldavi la città venne chiamata Cetatea Albă (cittadella bianca) ed apparteneva ad una cintura di difesa contro le incursioni dei Mongoli. Nel 1484, dopo la conquista da parte dell’esercito turco, venne chiamata Akkerman (aq = bianco e kerman = città). Dopo che la Bessarabia venne annessa alla Romania (1918) la città riprese di nuovo il suo nome moldavo: Cetatea Albă. Oggi è una città dell’Ucraina ed è chiamata Bolgorod Dnjestrowski.

Ultimo Aggiornamento:
Creative Commons Appropriate credit-NonCommercial 3.0
2007 - 2017
CSS validoHTML valido