sei in: Bessarabia > la Bessarabia multietnica > gli ebrei della Bessarabia > La persecuzione degli ebrei durante la prima Crociata

La persecuzione degli ebrei durante la prima Crociata

(parte 3 di 3)

il bagno di sangue 
      nella presa di Gerusalemme
il bagno di sangue nella presa di Gerusalemme

la 1^ crociata finì nel 1099 con la conquista di Gerusalemme1 e un terribile massacro della popolazione ebraica e musulmana della città. Come riferiscono le fonti, i crociati avrebbero camminato nel sangue fino alle caviglie e le strade sarebbero state piene di cadaveri mutilati e di arti e teste mozzate. Nella strage sarebbero stati uccisi tra 30.000 a 70.000 persone.

…. Nè l'età, nè il sesso, né la gioventù venne risparmiata; i crociati inumani credettero di fare un buon lavoro quando spazzarono via tutti quelli che non credevano in Gesù. Ma la cosa più orribile accadde nella moschea di Omar, dove 10.000 saraceni morti nuotavano nel loro sangue, le sale coperte di sangue in modo che i crociati camminavano nel sangue fino alle caviglie e le teste e le membra tagliate galleggiavano come su un fiume. Anche contro i poveri bambini si infuriarono gli assassini. Alcuni vennero uccisi tra le braccia delle madri che urlavano, ad altri, afferrati con una mano, venne fracassato il delicato cervello contro il muro. Molte donne si gettarono dalle finestre o giù dai tetti per sfuggire alle mani sanguinose dei mostri. E quando finalmente si stancarono le braccia per il lungo lavoro di sangue, i crociati si ricordarono che erano a Gerusalemme. …..

Friedrich Noesselt: Lehrbuch der Weltgeschichte für Töchterschulen und zum … , Band 2, Bayerische Staatsbibliothek, 1867, pg. 124;

 

Gustav Bauernfeind: la Cupola della Roccia (Moschea di Omar) a Gerusalemme
Gustav Bauernfeind: la Cupola della Roccia (Moschea di Omar) a Gerusalemme

 

Papa Eugenio III
Papa Eugenio III

Ma questo fu solo l'inizio di una serie di persecuzioni. Già nel 1146, poco prima della 2^ Crociata, quando il monaco francescano Rodolfo incitò in Renania ancora a pogrom contro gli ebrei, Papa Eugenio III emanò la bolla Sicut Judaeis (Per proteggere gli ebrei) che vietava i battesimi forzati, gli attacchi senza procedimenti legali e i servizi estorti e consentì che le festività ebraiche si svolgessero indisturbate, impose la tutela dei cimiteri ebraici e minacciò con la scomunica coloro che avrebbero violato tali norme.

Luigi VII
Luigi VII

Allo stesso tempo Pietro il Venerabile di Cluny, teologo e riformatore dei monasteri medievali, chiese al re franco Luigi VII, di lasciar vivere gli ebrei, che per lui non erano umani ma animali e di espropriarli affinché con il possesso dei loro beni si potesse finanziare la 2^ crociata, perché"erano di gran lunga peggiori nemici di Dio che i Saraceni (musulmani)". Tuttavia dovevano "essere preservati ad una vita peggiore della morte."

 

A seguito delle Crociate, dal 1096 al 1269, molte fiorenti comunità ebraiche in Europa e in Palestina vennero annientate e la posizione degli ebrei nel Medio Evo peggiorò in molti paesi. Lo spirito "guerriero" delle crociate creò la giusta atmosfera per una enorme “esplosione” in tutti i paesi dell'Europa occidentale. In molti casi avvenne l'incenerimento di Talmud2, la profanazione delle sinagoghe e battesimi forzati, secondo il motto battesimo o morte, dove la maggior parte sceglieva la morte e prima di suicidarsi uccidevano i loro figli e poi se stessi in modo da non consegnarsi ai cristiani.

il massacro degli ebrei dopo la presa di Gerusalemme
il massacro degli ebrei dopo la presa di Gerusalemme

barra

indietro 1 2 3 avanti

1 Gerusalemme, dai cristiani, dagli ebrei e dai musulmani, viene considerata come città santa. Per tutte e tre le religioni, Gerusalemme è stata il luogo d'azione dei vari profeti come, Abramo, Salomone, Davide, Zaccaria e altri. Luoghi come il Monte del Tempio, da sempre sono molto discussi e causa di conflitti.

2 Talmud = Codice del giudaismo post-cristiano; la base delle sue istituzioni religiose e civili. Accanto alla Bibbia, il Talmud (che significa "insegnamento") è il grande libro sacro dell'Ebraismo: diversamente dalla Bibbia, il Talmud è riconosciuto solo dall'Ebraismo.

Ultimo Aggiornamento:
Creative Commons Appropriate credit-NonCommercial 3.0
2007 - 2016
CSS validoHTML valido